Stranieri per Delbono

Sabato ho incontrato alcune decine di bolognesi di origine straniera. Tante storie con in comune una cosa che mi dà speranza: un’autentica affezione per la nostra città, la consapevolezza che il bene del territorio dove vivono è anche il loro bene.

Tra di loro si è formato un comitato “Stranieri per Delbono” che mi ha onorato con un appello al voto che qui riproduco:

Noi, cittadini immigrati, invitiamo a votare per FLAVIO DELBONO
Candidato Sindaco di Bologna

Il 13 e 14 dicembre si voterà alle Primarie del Partito Democratico per scegliere il candidato Sindaco alle elezioni amministrative della nostra città del 2009. Queste primarie rappresentano un’occasione di partecipazione per molte persone di origine straniera che potranno esercitare il diritto alla partecipazione politica nella e per Bologna, dove risiedono, lavorano, studiano, in un Paese dove il diritto di voto è finora negato.

Noi immigrati vogliamo impegnarci in prima persona in un Partito che nel binomio diritti e doveri vuole una politica di integrazione ed è contro la politica di esclusione portata avanti dal Governo Berlusconi. E, in un quadro di riconoscimento di pari diritti, doveri e responsabilità, vediamo l’importanza della cittadinanza politica.
Il Partito Democratico e gli amministratori locali dovranno continuare ad impegnarsi per rilanciare la battaglia per il diritto di voto agli immigrati alle elezioni amministrative, come corollario della già positiva creazione a Bologna delle Consulte, che rappresentano l’inizio di questa battaglia di civiltà alla quale non si può rinunciare.

Il Partito Democratico rappresenta la possibilità di costruire un’Italia migliore, più solidale e sicura e. con il nostro contributo, il partito saprà essere sensibile ai problemi di tutti i cittadini di ogni origine e provenienza.

Noi invitiamo a votare per Flavio Delbono, candidato sindaco di Bologna, il quale ha espresso il suo impegno per rafforzare l’attenzione dell’Amministrazione comunale ai temi della pari dignità nei confronti di chi è stato costretto a lasciare il proprio Paese per motivi economici o di persecuzioni politiche e religiose per cercare un luogo dove costruire una vita degna per sé e per la propria famiglia. Vogliamo ricordare, tra i suoi tanti impegni su questo tema, il suo deciso rifiuto nei confronti delle classi separate per i bambini immigrati perché crede che la regola fondante di una comunità cittadina stia nel rispetto dei diritti e dei doveri reciproci.

Apprezziamo l’attenzione e l’ascolto di Flavio Delbono nei confronti delle nostre associazioni e dei nostri organismi di rappresentanza per costruire assieme una città ancora più accogliente.

Stranieri per Delbono, gruppo coordinato da Raymond Dassì

Testo dell’appello in inglese

Testo dell’appello in spagnolo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: